Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

PARETI DEGLI SCAVI
ARMATURE DELLE PARETI DEGLI SCAVI
Quando la collocazione dello scavo o la sua profondità non consentono di realizzare le pareti secondo l’angolo d’attrito interno del terreno, o si supera l’altezza critica caratteristica del materiale, è necessario armare lo scavo.
L’armatura deve essere tale da resistere alle sollecitazioni indotte da:
o pressione del terreno;
o strutture adiacenti;
o carichi addizionali e vibrazioni (attrezzature, traffico veicolare, materiale di stoccaggio, ecc.).
Le strutture di sostegno devono essere installate a diretto contatto con la facciata dello scavo e, ove necessario, deve essere inserito del materiale di rincalzo tra la facciata dello scavo e l’armatura, per garantire la continuità del contrasto.
Elenco Rischi
Seppellimento  e sprofondamento per franamento delle pareti dello scavo
Misure di Prevenzione
Accertare le condizioni di stabilità del terreno
Realizzare armature parziali tali da permettere di raggiungere in sicurezza la profondità richiesta, procedendo  sempre dall’alto verso il basso. Prevedere percorsi di fuga in caso di emergenza ed allestire adeguata segnaletica. Non utilizzare i cigli per deposito e installazioni di macchine pesanti
Indossare Elmetto e Guanti
Caduta di materiale dalle pareti dello scavo
Misure di Prevenzione
Non gettare alcun tipo di materiale dall’alto
Impedire l’accesso o il transito nelle aree dove il rischio è maggiore segnalando, in maniera evidente, il tipo di rischio tramite cartelli esplicativi.
Non utilizzare i cigli per deposito e installazioni di macchine pesanti
Indossare Elmetto di protezione
e armature di sostegno ed i rivestimenti provvisori devono essere messi in opera di pari passo con l'avanzamento dello scavo, limitando al minimo gli spazi non protetti nella successione delle operazioni, e devono essere mantenuti sino alla costruzione del rivestimento definitivo
Le armature devono essere installate a diretto contatto con il terreno e, ove necessario, deve essere inserito del materiale di rincalzo per garantire la continuità del contrasto.
Il tipo di armatura e le dimensioni, la disposizione ed il numero dei suoi elementi, devono essere scelti in relazione alla natura, alle condizioni ed alla spinta dei terreni da attraversare, ed in modo che le strutture resistenti lavorino con un adeguato margine di sicurezza. A tal fine esistono apposite tabelle tecniche, riferite alle condizioni e al tipo di terreno nonché alla profondità e larghezza dello scavo, che forniscono le dimensioni di traverse, montanti, puntoni, pannelli in legno.
In caso di utilizzo di puntelli d’acciaio predisposti perpendicolarmente ai montanti o ai pannelli in legno, occorre sempre verificare la compatibilità del carico trasmesso dall’acciaio al legno stesso
Le tavole di rivestimento delle pareti degli scavi devono sporgere di “almeno 30 cm” dai bordi
Prima di collocare le tavole di armatura e fissarle con i puntelli di sbadacchiatura, rimuovere il materiale minuto dalle pareti dello scavo e dai bordi superiori
Qualora non sia possibile garantire la resistenza delle armature, queste devono essere sottoposte ad una particolare sorveglianza onde seguirne la deformazione e l'eventuale spostamento
Qualora le sollecitazioni determinate dalla pressione del terreno tendano a deformare le strutture di sostegno o a provocare lo scardinamento delle armature si deve provvedere alla tempestiva sostituzione degli elementi compromessi o all'adozione di altre misure di emergenza. A tal fine deve essere tenuto pronto per la messa in opera, un numero sufficiente di elementi di armatura di rimpiazzo
Deve essere disposto un controllo giornaliero delle armature e delle pareti dello scavo, da eseguirsi da lavoratori esperti
Vietare, durante l’operazione di infissione palancole, l’ingresso e la sosta all’interno dello scavo
Verificare la stabilità del terreno prima dell’avvicinamento dei mezzi meccanici
La rimozione finale dell’armatura deve essere effettuata con cautela e da operai qualificati, procedendo dal basso verso l’alto e verificando che l’armatura non sia sottoposta a pressioni supplementari dovute a movimenti successivi del terreno
Impartire tempestivamente agli addetti le necessarie informazioni per la corretta movimentazione di carichi pesanti o ingombranti
Rispettare le istruzioni ricevute per un’esatta e corretta posizione da assumere nella movimentazione dei carichi
Per carichi pesanti o ingombranti la massa deve essere movimentata con l’intervento di più persone al fine di ripartire e diminuire lo sforzo
La movimentazione e la posa degli elementi di protezione dello scavo deve avvenire con l’ausilio di mezzi meccanici di sollevamento.
Fornire idonei dispositivi di protezione individuale (caschi e calzature di sicurezza) con relative informazioni all’uso
Usare i dispositivi di protezione individuale
ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI GRANULARI
Nei terreni dove non è possibile realizzare neanche uno scavo di profondità minima oppure nei siti urbani dove bisogna evitare qualsiasi depressione del terreno, l’armatura viene realizzata con le seguenti modalità: si effettua lo scavo per circa 30 cm, si infiggono nel terreno le due pareti verticali con una leggera inclinazione e si dispongono i puntoni di contrasto; poi si realizza il successivo scavo e si posa un secondo blocco di armatura con pareti aventi la stessa inclinazione di quelle superiori. Questa procedura permette di raggiungere notevoli profondità in terreni senza coesione e richiede attrezzature specifiche e mano d’opera qualificata.
Il tipo di armatura e le dimensioni, la disposizione ed il numero dei suoi elementi, devono essere scelti in relazione alla natura, alle condizioni ed alla spinta dei terreni da attraversare, ed in modo che le strutture resistenti lavorino con un adeguato margine di sicurezza. A tal fine esistono apposite tabelle tecniche, riferite alle condizioni e al tipo di terreno nonché alla profondità e larghezza dello scavo, che forniscono le dimensioni di traverse, montanti, puntoni, pannelli in legno.
Le armature di sostegno ed i rivestimenti provvisori devono essere messi in opera di pari passo con l'avanzamento dello scavo, limitando al minimo gli spazi non protetti nella successione delle operazioni, e devono essere mantenuti sino alla costruzione del rivestimento definitivo
Durante la realizzazione dell’armatura di sostegno, la benna dell’escavatore deve essere collocata nello scavo in modo da costituire una protezione addizionale in caso di frana del terreno.
Durante il montaggio dell’armatura deve essere disponibile una scala, per accedere e uscire dallo scavo, ad una distanza non superiore a 3 metri dalla zona di lavoro.
L’armatura deve essere realizzata dall’alto verso il basso: i primi puntoni vanno collocati ad una profondità massima di cm. 20 dalla superficie del terreno e i successivi secondo lo schema predisposto in fase di progettazione dell’armatura.
Quando tra armature e terreno si utilizza un pannello di legno o di acciaio, il puntone non deve essere direttamente installato sul pannello, ma collocato sull’elemento verticale che lo sostiene.
Dopo aver installato almeno due puntoni sulla coppia di montanti verticali, si può procedere alla sistemazione del puntone posto in basso. E’ importante ricordare che questa armatura di contrasto necessita di almeno due puntoni per ogni coppia di montanti verticali.
In caso di utilizzo di puntelli d’acciaio predisposti perpendicolarmente ai montanti o ai pannelli in legno, occorre sempre verificare la compatibilità del carico trasmesso dall’acciaio al legno stesso
Le tavole di rivestimento delle pareti degli scavi devono sporgere di “almeno 30 cm” dai bordi
Prima di collocare le tavole di armatura e fissarle con i puntelli di sbadacchiatura, rimuovere il materiale minuto dalle pareti dello scavo e dai bordi superiori
Qualora non sia possibile garantire la resistenza delle armature, queste devono essere sottoposte ad una particolare sorveglianza onde seguirne la deformazione e l'eventuale spostamento.

0 commenti