Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

BONIFICHE DI ORDIGNI BELLICI IN PRESENZA DI ACQUA
La bonifica subacquea consiste nella ricerca di ordigni bellici inesplosi e di materiali ferrosi in genere poggiati sul fondo di mari, fiumi e laghi. La ricerca degli ordigni residuati bellici viene effettuata da sommozzatori e rastrellatori regolarmente brevettati B.C.M., iscritti ed autorizzati dalla Capitaneria di Porto, con l’ausilio di adeguati apparati rilevatori di alta precisione e l’impiego di idonei mezzi nautici abilitati alla navigazione e dotati di apparati radar, apparati radio  VHF e software di gestione della navigazione interfacciati a sistemi di posizionamento adeguati (DGPS). Grazie a tali strumenti i fondali verranno setacciati per ricercare e individuare eventuali ordigni bellici inesplosi.
Prima di iniziare le operazioni di bonifica dovrà essere verificata la presenza di sottoservizi al fine di non interferire con i rilevamenti. L’area da esplorare viene materialmente identificata sui monitor di gestione della navigazione, delimitata con segnali galleggianti e poi frazionata in modo da avere la massima garanzia di completezza dell’esplorazione. Le modalità di ricerca vengono eseguite conformemente alle prescrizioni in materia emanate dall’Amministrazione Militare ed in accordo con l'Autorità territorialmente competente.
Macchine/Attrezzature
Nella fase di lavoro oggetto della valutazione sono utilizzate le seguenti Attrezzature/Macchine:
o Barca di appoggio omologata
o Rilevatore subacqueo ferromagnetico (Magnetometro)
o Metal detector subacqueo (dotato di cuffia stagna)
o Sistema di navigazione DGPS
o Apparati radar
o Gavitello con bandierina rossa
o Attrezzatura professionale completa per immersione (autorespiratore per uso subacqueo, bombola, erogatore, manometro, maschera, ecc.)
Procedure
• Attenersi alle misure generali di prevenzione nei confronti dei singoli rischi sopra individuati
• Tutti i lavoratori devono essere adeguatamente informati e formati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• Prima di iniziare le operazioni di bonifica verificare la presenza di sottoservizi al fine di non interferire con i rilevamenti.
• Durante l’esecuzione dei lavori di bonifica, vietare nello specchio acqueo interessato dagli stessi qualsiasi altra attività inerente i pubblici usi del mare.
• Accertarsi che la zona sia stata delimitata e che sia impossibile il transito di natanti o imbarcazioni estranee.
• Le operazioni dovranno essere effettuate con l’ausilio di mezzi nautici idonei, attrezzature specialistiche e personale subacqueo abilitato e con visita medica in corso di validità,  in ore diurne e con condizioni meteo-marine assicurate favorevoli.
• Assicurarsi che, durante le operazioni di bonifica, l’unità di appoggio ed assistenza al personale subacqueo mostri i segnalamenti previsti dalle normative in vigore.
• Accertarsi che il personale adibito a mansioni che implichino particolari specializzazioni, sia in possesso delle relative patenti o brevetti di specializzazione, riconosciuti dalla legge e/o dall'Amministrazione Militare, non scaduti
• Accertarsi che tutti i mezzi adibiti al trasporto di ordigni esplosivi siano dotati di relativo e regolare permesso e coperti da adeguate assicurazioni.
• Segnalare immediatamente alle Autorità competenti l’individuazione di eventuali ordigni bellici astenendosi da qualsiasi intervento sugli stessi.
• Effettuare il riconoscimento degli ordigni bellici rinvenuti, da parte di un tecnico specializzato, mediante certificato firmato.
• Attenersi scrupolosamente alle procedure di sicurezza previste per le immersioni
• Non intraprendere l'attività senza essersi sottoposti ad una attenta e completa visita medica da parte di un centro specializzato in medicina subacquea ed iperbarica
• Accertarsi dell'idoneità psicofisica e sottoporsi ad una preparazione didattica teorico-pratica effettuata da centri competenti ed attrezzati, afferenti ad organizzazioni nazionali od internazionali.
• Non immergersi senza aver programmato personalmente la perfetta funzionalità di tutte le proprie attrezzature e dell’equipaggiamento, la qualità e la quantità dell'aria contenuta nelle bombole
• La squadra di sommozzatori deve essere equipaggiata con la attrezzatura specifica prevista per le immersioni subacquee.
• Le attrezzature previste devono essere conformi alle vigenti normative in materia e verificate prima delle immersioni
• Accertarsi della presenza a terra di personale per la assistenza e la sorveglianza e in acqua di una barca d'appoggio equipaggiata per i casi d'emergenza
• Concordare con il personale a terra i segnali manuali di avviso e di pericolo
• Utilizzare un sistema di segnalazione subacquea composta da gesti standard per poter comunicare con i colleghi durante l’immersione
• Evitare esposizione prolungata diretta ai raggi solari senza le opportune protezioni
• Indossare sempre il giubbetto idrostatico, il profondimetro e l'orologio
• Coprire tutte le parti del corpo con idoneo equipaggiamento, anche al fine di evitare ferite, lesioni da meduse, coralli, ricci ed altro
• Utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuali previsti
• Verificare l'uso costante dei DPI da parte di tutto il personale operante

0 commenti