Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

PANNELLI FOTOVOLTAICI
PULIZIA DEI PANNELLI FOTOVOLTAICI (in quota)
Operazioni di pulizia dei pannelli fotovoltaici per rimuovere polvere, fogliami, escrementi di volatili, ecc. mediante l’utilizzo di attrezzature e prodotti specifici. Le operazioni di pulizia ordinaria sono necessarie per garantire un ottimale assorbimento delle radiazioni solari, in quanto la sporcizia dovuta agli agenti atmosferici, ai fumi delle attività produttive, alle deiezione organiche cristallizzate, comporta un graduale abbassamento della recettività dei pannelli, che varia a seconda delle situazioni ambientali e locali.
Macchine/Attrezzature
Nella fase di lavoro oggetto della valutazione sono utilizzate le seguenti Attrezzature/Macchine:
o Spazzole morbide anti-abrasione
o Asta modulare in fibra di carbonio
o Asta telescopica in carbonio o in alluminio con spazzola
o Gruppo pompante portatile
o Macchine elettriche con spazzole rotanti (con braccio estensibile fino a 20 mt)
Opere provvisionali
Nella fase di lavoro oggetto della valutazione sono utilizzate le seguenti Sostanze Pericolose :
o Piattaforma aerea su autocarro
o Cestello elevatore
Sostanze pericolose
Nella fase di lavoro oggetto della valutazione sono utilizzate le seguenti Sostanze Pericolose:
o Detergenti specifici per pannelli fotovoltaici
Rischi
Caduta dall’alto (impianti realizzati su tetti a falda)   
Elettrocuzione (durante l’utilizzo di utensili elettrici)
Caduta di materiale dall'alto
Punture, ferite, tagli ed abrasioni (durante l’utilizzo di attrezzature)
•    Interventi/Disposizioni/Procedure per ridurre i rischi
• Tutti i lavoratori devono essere adeguatamente informati e formati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• Effettuare la pulizia ordinaria degli impianti fotovoltaici una o due volte l’anno, per garantire un ottimale assorbimento delle radiazioni solari, in quanto la presenza di sporcizia e depositi sul pannello (agenti atmosferici, smog, polveri, residui di volatili ecc.) lo rende poco efficiente.
• Verificare che la pulizia dei pannelli fotovoltaici sia eseguita con spazzole dotate di setole morbide e flessibili, panni morbidi, spugne non abrasive e detergenti adatti all'impianto, in modo da scongiurare raschiature o danni al vetro.
• Non utilizzare acqua del rubinetto, poiché il calcare si accumula e danneggia i pannelli formando uno strato impermeabile ai raggi solari.
• Utilizzare acqua demineralizzata e un panno morbido per non lasciare aloni sul pannello dopo la pulizia, che limitano l'assorbimento delle radiazioni solari.
• In presenza di incrostazioni, utilizzare un detergente antistatico, che crea una pellicola protettiva ed elimina le sostanze grasse come lo smog, il calcare, la fuliggine o residui organici cristallizzati sul vetro.
• I prodotti devono essere atti ad evitare l’accumulo di minerali contenuti nell’acqua e a proteggere la superficie del modulo stesso.
• Non devono essere utilizzati apparecchi per il lavaggio a pressione e sostanze pulenti aggressive.
• Le operazioni di lavaggio dei pannelli fotovoltaici sui tetti a falda, essendo luoghi di lavoro potenzialmente pericolosi, devono essere effettuate da operatori adeguatamente attrezzati e formati.
• Adottare tutte le opportune precauzioni per evitare il rischio di cadute dall’alto, quando i pannelli sono collocati sui tetti.
• Prima della esecuzione di lavori in altezza, accertarsi che siano state predisposte tutte le protezioni per impedire cadute accidentali nel vuoto
• Coloro che operano a terra o comunque ad un livello inferiore al piano di lavoro sono esposti al rischio di caduta di materiale dall'alto. Pertanto devono fare sempre uso di casco per la protezione del capo
• Nel caso non si possa accedere al tetto, deve essere utilizzata una piattaforma aerea con navicella mobile dalla quale si esegue la pulizia dei pannelli con macchine dotate di spazzole elettriche rotanti.
• Nel caso si possa accedere al tetto mediante sistemi di accesso permanenti, come scale fisse, lucernari o botole, utilizzare i dispositivi di sicurezza installati (linee vita) e una macchina con un braccio estensibile, che consenta di eseguire la pulizia dei pannelli in sicurezza.
• Non si deve salire sull’impianto fotovoltaico per effettuare operazioni di pulizia, in quanto si può scivolare a causa della superficie liscia dei pannelli oppure provocare danni ai moduli ed ai connettori. Si deve, invece, utilizzare un’asta telescopica, munita di spazzole.
• Durante le operazioni di pulizia, procedere dall'alto verso il basso, bagnando frequentemente le parti da rimuovere per evitare eccessiva produzione di polveri
• Conoscere in dettaglio le caratteristiche di pericolosità dei prodotti utilizzati, tramite l'attenta lettura delle schede di sicurezza
• Effettuare la formazione e l’informazione degli addetti sui rischi relativi all’utilizzo delle sostanze chimiche contenute nei prodotti detergenti utilizzati durante la pulizia dei moduli.

0 commenti