Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

INSTALLAZIONE IMPIANTO SATELLITARE
Installazione di un impianto satellitare, necessario per vedere la TV via satellite, sia sul tetto di copertura che sul balcone dell’edificio, in funzione del regolamento condominiale  e/o del regolamento edilizio comunale.
Un impianto satellitare completo si compone dei seguenti elementi:
o parabola o antenna parabolica,  che é l’ elemento essenziale dell’ impianto ed ha il compito di focalizzare verso un punto centrale i segnali raccolti dai satelliti;
o convertitore o LNB (Low Noise Block Converter), che svolge la funzione di rendere riconoscibile e quindi ricevibile dal nostro ricevitore satellitare i segnali provenienti dai satelliti e raccolti dalla parabola;
o ricevitore satellitare, che copre il fondamentale ruolo di trasformare i segnali raccolti dall’ antenna parabolica già adattati dal convertitore in immagini visibili dal nostro impianto televisivo.
Le antenne paraboliche possono essere di tipo fisso o mobile. L’antenna “fissa” può ricevere un solo satellite alla volta, mentre quella “mobile”, proprio perché può ruotare, attraverso un posizionatore si andrà a collocare su varie posizioni orbitali, catturando i segnali provenienti dai diversi satelliti di quell’orbita.
Interventi/Disposizioni/Procedure per ridurre i rischi
• Attenersi alle misure generali di prevenzione nei confronti dei singoli rischi sopra individuati
• Tutti i lavoratori devono essere adeguatamente informati e formati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• L’installazione di antenne o ripetitori per impianti ricetrasmittenti di qualunque tipo, deve essere conforme alle specifiche disposizioni delle vigenti leggi di settore
• L'installazione deve essere effettuata da personale tecnico specializzato e qualificato, che garantisca il giusto rispetto delle leggi vigenti in fatto di sicurezza
• Le antenne paraboliche o simili utilizzate per uso privato, singolo o condominiale, devono essere conformi alle norme stabilite dal Regolamento Edilizio Comunale, affinché la loro installazione risponda a requisiti di ordine e di decoro tali da non costituire disturbo o confusione visiva
• Vietare di operare in condizioni meteorologiche avverse
• Posizionare l’antenna parabolica in modo da non incontrare ostacoli di nessun genere, quali palazzi, muri, alberi e qualsiasi cosa che si possa frapporre tra la parabola ed il satellite
• Utilizzare un palo, preferibilmente zincato pieno con dimensione di diametro tra i 50 e 60 mm , su cui fissare l’antenna parabolica
• Le antenne paraboliche devono avere dimensioni ridotte e colorazioni capaci di mimetizzarsi con il manto di copertura
• Le strutture di sostegno devono essere adeguatamente dimensionate e fissate in modo sicuro
• Ogni impianto deve garantire la totale assenza di interferenze in materia di microonde o emissioni elettromagnetiche
• Nel caso di installazione in copertura con rischio di caduta dall’alto, bisogna agganciarsi ai punti predisposti ed indicati nella specifica planimetria, verificandone comunque la idoneità. In mancanza di punti predisposti allo scopo, bisogna vincolarsi a parti stabili e sicure ed utilizzare idonei sistemi anticaduta
• Evitare di salire su elementi che possano sollevare il baricentro del corpo (ponti su cavalletti, scale a pioli, ecc..) qualora si operi sulle andatoie, sulle passerelle, sui ponti di servizio o sui balconi muniti di parapetto
• Lungo le scale a pioli si deve procedere con cautela facendo in modo da garantire l’appoggio sempre e comunque su tre punti (piedi ed una mano, mani ed un piede).
• Per l’accesso alle parti aeree, si devono predisporre tutti i mezzi tecnici necessari per garantire la stabilità dell’operatore
• Assumere posizioni comode e non defatiganti che consentano l’uso degli attrezzi evitandone la fuoriuscita  dalle sedi di applicazione.
• Evitare di compiere sforzi su parti che, in caso di cedimento, potrebbero portare le mani contro parti con superficie ruvida o con elementi di offesa
• Vincolare le attrezzature in modo da scongiurarne la caduta
• Non movimentare manualmente carichi troppo pesanti e/o troppo ingombranti o in equilibrio instabile
• Sollevare il carico procedendo con la massima cautela ed in maniera graduale evitando il passaggio dei carichi sospesi sopra i lavoratori, che devono mantenersi a distanza di sicurezza fino a fine manovra
• Verificare la presenza di linee elettriche aeree nelle vicinanze
• Non ancorare l’antenna ai camini, ma posizionarla almeno a 2,00 mt da essi e in posizione controvento, onde evitare che i fumi di scarico del camino corrodano le funi di fissaggio o che si depositino dei residui sugli elementi, in grado di alterarne le proprietà
• Collocare l’antenna sul versante del tetto più lontano dalla strada, per evitare danni a cose e persone provocati da una sua eventuale caduta
• L'impianto antenna e il relativo palo di sostegno devono essere collegati all’impianto di messa a terra dell'edificio

0 commenti