Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

MONTAGGIO/SMONTAGGIO STRUTTURA AMERICANA
Montaggio/smontaggio di struttura modulare, composta da una travatura reticolare di più elementi, detta anche traliccio, utilizzata per il supporto di impianti illuminotecnici, acustici, scenografici e di canaline aeree per passaggio cavi e tubazioni.
I tralicci sono disponibili con sezioni quadrata, triangolare, rettangolare in alluminio oppure in acciaio ad alta resistenza. Le travi reticolari a sezione quadrata sono versatili perché, utilizzando i relativi accessori, quali cubi, curve, “T” e trapezi, permettono di fare composizioni personalizzate.
PROCEDURE DI LAVORO
• Attuare l’informazione, la formazione e l’addestramento dei lavoratori sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• Individuare percorsi agevoli e sicuri, per l'accesso ai posti di lavoro, nonché per il rapido abbandono in caso di emergenza
• Impedire l’avvicinamento, la sosta ed il transito di persone non addette ai lavori, con segnalazioni, transenne e sbarramenti
• Segnalare la zona d’operazione e delimitare con adeguate barriere di protezione
• Dislocare un’adeguata segnaletica nella zona d’intervento
• L'assemblaggio a terra degli elementi deve avvenire in area appositamente organizzata, delimitata e segnalata
• Le operazioni di montaggio devono essere eseguite da lavoratori fisicamente idonei sotto la guida di persona esperta (caposquadra o assistente al montaggio). Il personale utilizzato durante le operazioni di montaggio deve essere suddiviso per mansioni ben definite per le quali deve aver ricevuto informazione, formazione ed addestramento adeguato alle funzioni svolte
• Leggere attentamente le istruzioni per il montaggio delle strutture fornite dal costruttore. Non omettere alcun elemento e non effettuare variazioni di montaggio se non espressamente previste dal costruttore. Realizzare sempre, ove previste, le controventature della struttura
• Verificare preliminarmente la consistenza e la tenuta del piano su cui deve poggiare la struttura, che deve essere solido, privo di frammenti ed irregolarità. Qualora sia necessario interporre delle tavole per ripartire il carico, non fare mai uso, quali appoggi per la struttura, di materiali che potrebbero rompersi sotto il peso della stessa.
• Verificare sempre la perfetta verticalità dei montanti, mediante l’utilizzo di livella o filo a piombo.
• Assicurarsi sempre che funi, catene, ganci od agganci previsti per il sollevamento degli elementi orizzontali siano in buono stato ed esenti da difetti che ne possano compromettere la resistenza
• Prima di iniziare il sollevamento fare allontanare le persone dall’area interessata alla movimentazione e posizionarsi sempre in modo di rimanere fuori dell’area a rischio di schiacciamento
• Iniziare il sollevamento lentamente e verificare che gli elementi sollevati si mantengano in posizione orizzontale
• Non dimenticare mai, a posizionamento raggiunto, di applicare i blocchi o gli agganci di sicurezza previsti contro la caduta degli elementi orizzontali della struttura
• È vietato camminare ed arrampicarsi sulle strutture: ogni attività lavorativa specifica deve essere eseguita con l’uso di trabattelli
• Nei lavori di montaggio e smontaggio di una struttura semplice (due montanti e un traverso), è vietato utilizzare la scala semplice in appoggio alla struttura stessa, in quanto l’americana è costituita da una coppia di montanti che sorregge un unico componente orizzontale. In tale caso, è ovviamente vietato l'utilizzo della scala a pioli, la quale rischierebbe di provocare il crollo dell'intera struttura. Si deve utilizzare una scala doppia.
• Se, invece, la struttura è a base quadrata, rettangolare etc. e di dimensioni tali da garantire una buona stabilità e resistenza al ribaltamento si può utilizzare una scala semplice in appoggio alla struttura e vincolata alla stessa con adeguato sistema di aggancio. In mancanza del sistema di aggancio, la scala deve essere obbligatoriamente trattenuta al piede da una terza persona.
• Durante le fasi transitorie di montaggio utilizzare sempre attrezzature di protezione anticaduta, con dispositivi di trattenuta individuali, costituiti di imbracatura per il corpo (cosciali e bretelle) e di doppio sistema di collegamento a punto sicuro di ancoraggio (doppio cordino corto, con due connettori di dimensioni adeguate ad ancorarsi al tubo), in modo che, in corrispondenza di un nodo, nelle fasi di sgancio, per ancoraggio a nuovo punto sicuro, almeno uno dei due dispositivi assicuri il lavoratore al precedente punto sicuro. Il lavoratore non deve essere mai sottoposto al rischio di caduta nel vuoto non trattenuto.
• Il lavoratore deve sempre indossare casco di protezione, con sotto gola, per evitare, in tutte le fasi, di subire urti con il capo
• Controllare la stabilità delle opere provvisionali e la completezza dei parapetti, nonché la chiusura di botole, asole e aperture verso il vuoto
• Nell'area interessata all'assemblaggio e al montaggio degli elementi, vietare l'accesso ai non addetti al lavoro con appropriata segnaletica e mettere in opera idonee protezioni, quali cavalletti, barriere flessibili o mobili o altro
• Lo stoccaggio degli elementi deve avvenire conformemente alle norme di sicurezza e gli elementi devono in ogni modo essere sempre disposti e stabilizzati con sistemi che consentano la rimozione di ogni singolo elemento, senza alterare l'equilibrio degli altri elementi stoccati
• Durante le fasi transitorie di assemblaggio, i singoli elementi devono essere mantenuti stabili con opere provvisionali o apparecchi di sollevamento
• La messa in opera deve essere effettuata con apparecchi e mezzi adatti all'impiego particolare (portata, velocità, oscillazioni) e l'apertura dei ganci degli apparecchi di sollevamento deve avvenire da posizioni sicure e solo dopo aver accertato la completa stabilizzazione degli elementi
• Gli utensili, gli attrezzi e gli apparecchi per l'impiego manuale devono essere tenuti in condizioni di equilibrio stabile (es.: riposti in contenitori o assicurati al corpo dell'addetto in apposite cinture)
• La regolazione degli elementi durante il montaggio deve avvenire con l'ausilio di attrezzature idonee (leve, palanchini) e con gli elementi tenuti sollevati dagli apparecchi di sollevamento
• Per la movimentazione ed il sollevamento devono essere utilizzati particolari corredi di tiranti, bilancini ed attrezzi adatti per ogni casistica e peso degli elementi. Prima di ogni operazione occorre controllare che l'apparecchio di sollevamento sia equipaggiato con il corredo adatto al tipo di elemento da sollevare
• Gli elementi che presentano anomalie nei sistemi per l'aggancio agli apparecchi di sollevamento o per l'affranco delle protezioni in opera, devono essere scartati
• La manovre di movimentazione degli elementi devono essere rese note a tutto il personale e comunque devono sempre essere segnalate acusticamente
• Le vie di circolazione dei mezzi di trasporto e di sollevamento devono essere livellate e consolidate e tenute sgombre da depositi, attrezzature e ostacoli in genere
• La movimentazione manuale dei carichi deve essere ridotta al minimo e razionalizzata al fine di non richiedere un eccessivo impegno fisico del personale addetto
• Per carichi pesanti o ingombranti la massa deve essere movimentata con l’intervento di più persone al fine di ripartire e diminuire lo sforzo (Art. 168 del D.lgs. n.81/08 come modificato dal D.lgs n.106/09)
• In relazione alle caratteristiche ed entità dei carichi, l'attività di movimentazione manuale deve essere preceduta ed accompagnata da un'adeguata azione di informazione e formazione, previo accertamento, per attività non sporadiche, delle condizioni di salute degli addetti
• Impartire agli addetti le necessarie informazioni per la corretta movimentazione di carichi pesanti o ingombranti
• Rispettare le istruzioni ricevute per un’esatta e corretta posizione da assumere nella movimentazione dei carichi
• Lo smontaggio deve proseguire in altezza con tutte le parti che lo compongono completamente assemblate e regolari
• Gli elementi metallici smontati devono essere calati a terra utilizzando apparecchi di sollevamento
• L’area sottostante il luogo di lavoro di smontaggio deve essere opportunamente segnalata ed interdetta al transito ed allo stazionamento, secondo la normativa vigente
• L’area sottostante il luogo di lavoro di smontaggio deve avere dimensioni adeguate al tipo di attività e non deve essere usata come deposito di materiali
• Utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuali previsti

0 commenti