Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

MACCHINA PER STAMPA OFFSET
MACCHINA PER STAMPA OFFSET
Attrezzatura di diversa grandezza e formato, utilizzata per stampare su carta a più colori.
In dettaglio tale macchina si compone dei seguenti accessori:
o Castelletti di stampa, uno per ogni colore, contenenti i tre cilindri della stampa offset;
o Aspiratori per l’inserimento dei fogli, che alzano il foglio e lo pongono su un piano di scorrimento;
o Squadre di registro, per assicurare che la stampa avvenga per tutti i fogli ad una distanza costante ed univoca.
PRESCRIZIONI PRELIMINARI
L'attrezzatura/macchina deve essere accompagnata da informazioni di carattere tecnico e soprattutto dal libretto di garanzia e dalle istruzioni d'uso e manutenzione, riportanti le indicazioni necessarie per eseguire, senza alcun rischio, la messa in funzione, l'utilizzazione, il trasporto, l'eventuale installazione e/o montaggio (smontaggio), la regolazione, la manutenzione e le riparazioni della macchina stessa.
Qualora vengano compiute operazioni di regolazione, riparazione o sostituzione di parti della macchina, bisognerà utilizzare solo ricambi ed accessori originali, come previsto nel libretto di manutenzione e non modificare alcuna parte della macchina.
UTILIZZO IN SICUREZZA
• Attuare la sicurezza delle macchine, nel pieno rispetto della direttiva macchine e delle altre norme vigenti in materia
• Dotare la macchina di schermi di sicurezza per gli elementi mobili e di gabbie di protezione per i rulli
• Verificare la presenza dei seguenti dispositivi di sicurezza della macchina di stampa:
o Pulsanti per l’arresto di emergenza con blocco nella posizione di fine corsa con pulsante premuto, presenti anche sul quadro di comando e sul controllo laterale alla macchina
o Piattaforma alzapila con discesa controllata da pulsante ad uomo presente, oppure, se a discesa automatica, con dispositivo di arresto automatico a gradini successivi o a sensore
o Cancello di accesso alla zona sottostante la tavola di entrata fogli, con sensore di arresto automatico in caso di apertura e con pulsante posto nella parte sottostante alla tavola, il quale comandi il funzionamento passo-passo ed impedisca l’accidentale chiusura del cancello
o Pedane a protezione dei gruppi di trasferimento, asservite a sensore di posizione che impedisca il funzionamento a velocità normale della macchina durante l’apertura della pedana
• Effettuare le operazioni di pulizia e/o manutenzione degli organi in movimento, a velocità di lavoro estremamente ridotta o ad impulsi, altrimenti tutte le parti in movimento pericolose devono essere rese inaccessibili mediante schermi fissi trasparenti
• Proteggere l’accoppiamento cilindro portalastra/cilindro portacaucciù con riparo chiuso, asservito a sensore di posizione che impedisca il funzionamento a velocità normale della macchina alla rimozione del riparo. Sono tuttavia consentiti il funzionamento a velocità estremamente ridotta o ad impulsi tali da provocare il funzionamento per brevi passi successivi solo mediante obbligatoria pressione e rilascio di un pulsante
• Il riparo dei rulli di bagnatura, il riparo dei rulli delle testate, i ripari posteriore ed anteriore ai rulli di macinazione, il portello di ispezione della zona di traslazione della barra portapinze ed il portello di ispezione della salita fogli del controllo antiscartino devono essere asserviti a sensore di posizione tale che, alla loro rimozione, deve cambiare di stato, impedendo il funzionamento a velocità normale della macchina
• Proteggere gli organi di trasmissione del moto, per evitare il rischio di presa e trascinamento, con dispositivi di interblocco, tali da impedire l’apertura del riparo della zona pericolosa quando la macchina è in movimento e non consente l’avvio quando il riparo è aperto, oppure di fotocellule, che garantiscano lo stesso livello di sicurezza
• Predisporre il dispositivo di arresto di emergenza, dotato di comandi facilmente individuabili, rapidamente accessibili e capaci di bloccare immediatamente il processo pericoloso
• Predisporre che il dispositivo di sblocco di arresto di emergenza sia possibile solo con apposita manovra, che non deve riavviare la macchina, ma solo autorizzare la rimessa in funzione
• Predisporre il dispositivo tale da impedire l’avviamento accidentale o inatteso della macchina, come nel caso di arresto e ritorno dell’alimentazione elettrica
• Effettuare la manutenzione periodica della macchina e verificare l’efficienza dei relativi dispositivi di sicurezza, nonché la tenuta del manuale d’uso e di manutenzione.

0 commenti