Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

E’ compito dell’azienda nelle sue figure responsabili individuare le potenziali cause di possibili situazioni di emergenza, farne una valutazione e predisporre misure preventive.
Chiunque rilevi un fatto anomalo o pericoloso (incendio, incidente, infortunio, guasto, ecc.) e non è assolutamente certo di potervi far fronte con successo deve seguire le seguenti procedure:

• dà l'allarme al suo diretto superiore specificando esattamente:
• la natura dell'emergenza
• la presenza di eventuali persone coinvolte o infortunate
• il luogo esatto in cui si trova
• le proprie generalità.
Può quindi attivarsi per tentare di contenere o ridurre il pericolo solo dopo aver valutato attentamente le proprie capacità operative e assicurandosi prima di tutto della propria incolumità.
Il superiore contattato, avvisa immediatamente il Responsabile dell’emergenza (RSE) che, valuta la gravità della situazione di pericolo e decide circa l'attivazione del "Piano di Emergenza", ordinando in tal caso, se necessario, di effettuare le chiamate ai Vigili del Fuoco, Carabinieri/Polizia, Pronto Soccorso.
Inoltre il RSE segue l'evolversi della situazione di pericolo e coordina le operazioni di emergenza mantenendosi in costante contatto con i vari responsabili aziendali. Nel caso giudichi necessario uno sgombero parziale o un'evacuazione totale, fornisce le istruzioni del caso consultandosi preventivamente con la Direzione Aziendale.
Qualora le Organizzazioni di pubblico soccorso e/o pronto intervento eventualmente richieste (Vigili del Fuoco, Polizia, ecc.) prendano il controllo della situazione, il RSE assicura loro tutta la necessaria assistenza.
La fine di una emergenza viene stabilita dal RSE (in seguito alla comunicazioni delle organizzazioni di pubblico soccorso) insieme alla Direzione Aziendale.
Il ripristino della normale attività lavorativa avviene in seguito a sopralluogo effettuato dal RSE che provvede a relazionare sullo stato di fatto nonché sulla eventuale impossibilità di riprendere l'attività lavorativa.
Il Responsabile per l’emergenza
Nomina un Coordinatore per l’emergenza, con il compito di progettare e realizzare il piano di emergenza. Decide la strategia generale di intervento, valutando, in collaborazione con il Coordinatore, le tipologie e le classi delle emergenze prevedibili, disponendo la predisposizione di tutti i mezzi necessari all'attuazione del piano di emergenza. Designa, su proposta del Coordinatore, sentito il Responsabile del personale e i dirigenti interessati, gli incaricati per l’emergenza, dando disposizioni sulle loro dotazioni e l’addestramento necessario.
Approva, sentiti i Dirigenti interessati, il piano di emergenza predisposto dal Coordinatore, e dà disposizioni per la divulgazione, l’informazione e la discussione del piano a tutti i livelli dell’azienda.
In caso di emergenza:
In base alla segnalazione di un’emergenza in corso, il responsabile per le emergenze decide l’attivazione del segnale di “inizio emergenza” ed eventualmente ordina l’evacuazione dell’area interessata o di tutta l’unità produttiva.
Se necessario, attiva il centro operativo e assume il controllo generale dell’unità produttiva, dando indicazioni al coordinatore nel corso dell’emergenza.
Su segnalazione del coordinatore o dei servizi pubblici, decide l’attivazione del segnale di “fine emergenza”.
Addetti all'emergenza antincendio
Tali operatori vanno selezionati tra il personale dipendente motivato, possibilmente volontario, che, oltre ad essere debitamente formato, disponga anche di una discreta agilità fisica, in quanto la tempestività del loro intervento, in molti casi, può evitare che un evento degeneri in modo incontrollato.
Gli addetti delle squadre di emergenza, primo soccorso e antincendio devono:
  • aver frequentato regolare corso per addetto antincendio;
  • possedere una buona conoscenza dell’impiantistica e dell’organizzazione della struttura
  • essere immediatamente reperibili e disponibili in caso di emergenza.

In caso di emergenza:
Gli Addetti all'Emergenza Antincendio lasciano immediatamente il proprio posto di lavoro, si dotano dei mezzi necessari ad affrontare l’emergenza e si dirigono sul luogo dell’emergenza insieme al capo servizio emergenza.
Su disposizione del capo servizio emergenza, gli addetti antincendio dovranno eventualmente disattivare gli impianti (gas metano, elettrico ecc.).
La loro opera procederà sino all'arrivo dei soccorsi esterni ai quali forniranno comunque tutto l’appoggio necessario per una più rapida ed efficace risoluzione dell’anomalia.
Durante gli orari di lavoro deve essere garantita la presenza degli addetti antincendio.


0 commenti