Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm


Al via il bando di concorso del Ministero dell’Istruzione

Diffondere la cultura della salute e sicurezza sul lavoro attraverso i corsi scolastici. E’ l’obiettivo di “Cittadinanza, Costituzione e Sicurezza”, il bando di concorso per le scuole pubblicato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca su mandato della “cabina di regia” prevista dalla Carta d’Intenti tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il MIUR e l’INAIL per l’inserimento della salute e sicurezza nei programmi scolastici e universitari.
I progetti, messi a punto dalle scuole di ogni ordine e grado, dovranno essere presentati entro il 4 aprile 2011. I vincitori, che si aggiudicheranno un finanziamento fino a un massimo di 110mila euro, dovranno realizzare i progetti nell’anno scolastico 2011-2012.
I progetti possono essere presentati da reti o consorzi di scuole (minimo tre scuole) nei livelli regionale, interregionale, nazionale, che siano collegati, anche tramite apposite convenzioni, con Enti, Agenzie formative, accreditate dal Miur e dai sistemi regionali o in possesso della certificazione Iso En 9001/2008 settore EA37, Università, Centri di ricerca universitari, parti sociali, Associazioni e Fondazioni che abbiano compravate e documentate esperienze nel settore della tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ex D.L.81/2008. la presentazione della candidatura è a cura della scuola capofila o della scuola presidente del consorzio.
I progetti devono avere come obiettivo:
promuovere negli studenti la cultura della sicurezza, per sé e per gli altri, in modo attivo e consapevole; favorire negli studenti la riflessione sul valore sociale del lavoro,della salute e sicurezza, con la realizzazione di iniziative dirette alla prevenzione e al rispetto delle regole, per l’acquisizione di un’etica di responsabilità individuale e sociale;
valorizzare il tema della cultura della salute e sicurezza coniugata con diritti umani, Costituzione italiana, cittadinanza europea, legalità, dialogo intercolturale, ambiente e sviluppo sostenibile, educazione stradale, sport, luoghi, paesaggi, beni culturali e simboli di cittadinanza; ricercare strategie e modelli legati con l’insegnamento e l’organizzazione scolastica;
sostenere azioni e processi di interazione tra scuole e istituzioni, agenzie ed enti del territorio preposti al tema della sicurezza;
individuare itinerari di cittadinanza attiva collegati con famiglia, territorio e sociale;
documentare i prodotti finali per realizzare un circuito nazionale di buone pratiche.

0 commenti