Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm


RISCHI ASSOCIATI A SOSTANZE ASFISSIANTI


In presenza di sostanze asfissianti, si può verificare carenza di ossigeno.
Si può incorrere in tale situazione ad esempio nei seguenti casi:

• dove c’è una reazione tra rifiuti e l’ossigeno dell’atmosfera;

• a seguito della reazione tra l’acqua del terreno ed il calcare, con produzione di anidride carbonica, che va a sostituire l’aria;

• nelle stive delle navi, nei containers, nelle autobotti, e simili, come reazione delle sostanze contenute con l’ossigeno presente all’interno;

• all’interno di serbatoi di acciaio e recipienti quando si ossidano (formazione di ruggine);

• nell’uso di agenti estinguenti come l’anidride carbonica o agenti alogenati (halon) in ambienti non aerati;

• in presenza di solidi sfusi o in granuli che, accorpandosi a formare blocchi, possono improvvisamente collassare, soffocando le persone travolte;

• ambienti o recipienti in aziende vitivinicole.

0 commenti