Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

FERMANEVE SUI TETTI
INSTALLAZIONE DI FERMANEVE SUI TETTI
Posa in opera di speciali elementi fermaneve su tetti con falde inclinate tra i 30° e 60°, con la funzione di frenare la caduta del manto nevoso trattenendolo sulla superficie del tetto, evitando che la neve accumulata possa scivolare verso il basso all’improvviso sotto forma di lastre di ghiaccio e provocare danni a persone o cose. Gli elementi fermaneve possono essere in diversi materiali, quali lamiera zincata o rame, acciaio inox oppure in laterizio, per adeguarsi alla tipologia della copertura.
Generalmente, gli elementi fermaneve vengono disposti per file parallele alla linea di gronda e fissati meccanicamente alla listellatura di supporto; il numero di staffe dipende dall’inclinazione del tetto, dall’orientamento e dalla lunghezza della falda, dal carico di neve e dalla zona climatica In funzione dell’altezza del fabbricato, l’intervento può essere eseguito con l’ausilio di scala, trabattello, ponteggio o autocestello.
Interventi/Disposizioni/Procedure per ridurre i rischi
A seguito della valutazione dei rischi sono riportati, in maniera non esaustiva, gli interventi/disposizioni/procedure volte a salvaguardare la sicurezza e la salute dei lavoratori:
• Attenersi alle misure generali di prevenzione nei confronti dei singoli rischi sopra individuati
• Tutti i lavoratori devono essere adeguatamente informati e formati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• Verificare che la posa dei fermaneve per tegole rispetti quanto richiesto dalla normativa UNI EN 9460:2008 “Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di coperture realizzate con tegole di laterizio o calcestruzzo”, che dedica una particolare attenzione alla posa dei fermaneve del sistema tetto
• Recintare l’area di lavoro onde impedire l’accesso agli estranei alle lavorazioni
• Delimitare le zone di transito e di accesso e proteggerle con robusti impalcati (parasassi) contro la caduta di materiali dall’alto
• Durante l’esecuzione dell’attività deve essere presente solo il personale addetto a tale lavorazione
• Prima della esecuzione di lavori in altezza, accertarsi che siano state predisposte tutte le protezioni per impedire cadute accidentali nel vuoto
• Nel caso di utilizzo di ponteggio fisso, installare ponteggio esterno sovrastante almeno mt 1.20 il filo di gronda
• Accertarsi della solidità dei ponteggi e predisporre le adeguate protezioni atte ad impedire sia la caduta accidentale dei lavoratori che quella del materiale, soprattutto se la zona sottostante ai lavori presenta aree abitate o di transito
• Allestire parapetto completo di tavola fermapiedi su tutto il perimetro dell’area del piano di gronda, preferibilmente realizzato con correnti ravvicinati
• Nel caso in cui non sia possibile predisporre regolamentari protezioni collettive (ponteggi e parapetti), gli addetti devono indossare le cinture di sicurezza opportunamente ancorate a parti stabili
• Nel caso di utilizzo di scale, porre particolare attenzione alla loro integrità ed alla perfetta rispondenza delle seguenti caratteristiche: le scale a mano in legno  devono avere i pioli incastrati nei montanti ed i tiranti sotto i due pioli estremi; le scale in ferro devono essere integre e dotate di dispositivi antisdrucciolevoli; non utilizzare le scale con pioli rotti o altre anomalie; non usare mai scale a mano improvvisate in cantiere con tavole chiodate sui montanti
• Nel caso di utilizzo di autocestello, accertarsi dell'esistenza di eventuali vincoli derivanti da limitazioni di carico (terreno, pavimentazioni, rampe), ostacoli, limiti di ingombro. In caso di spostamenti su strada, informarsi preventivamente delle eventuali limitazioni di ingombro, carico della pavimentazione stradale, ecc.
• L'area che  interessa la zona di caduta del materiale all'alto della rimozione deve essere opportunamente delimitata in modo da impedire che materiali e/o attrezzi possano investire o comunque colpire persone sia addette che non
• La movimentazione dei materiali da terra al piano di lavoro, deve essere effettuato con apposite imbragature e tenendo presente l’azione del vento.
• Utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuali previsti

0 commenti