Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

MONTAGGIO DELLE SCENOGRAFIE

Pubblicato da Lilino Albanese | 01:00

Montaggio delle scenografie (fondali, quinte, decorazioni, ecc.) mediante la sospensione con propri argani di sollevamento alle rispettive americane o mediante utilizzo di quinte armate.
MONTAGGIO DELLE SCENOGRAFIE
Montaggio delle scenografie (fondali, quinte, decorazioni, ecc.) mediante la sospensione con propri argani di sollevamento alle rispettive americane o mediante utilizzo di quinte armate.
Per il montaggio delle scenografie verranno utilizzati normali attrezzi da lavoro come cacciaviti, avvitatori alimentati a batteria, pinze, forbici, tronchesi, martelli.
• Macchine/Attrezzature
Nella fase di lavoro oggetto della valutazione sono utilizzate le seguenti Attrezzature/Macchine:
o Argani e carrucole
o Ganci, funi e imbracature
o Corde di canapa o nylon, cavi di acciaio
o Utensili manuali (giravite, tronchesi, pinze, forbici, spellabili, seghetto ecc.)
o Utensili elettrici (avvitatore, trapano, ecc.)
• Interventi/Disposizioni/Procedure per ridurre i rischi
A seguito della valutazione dei rischi sono riportati, in maniera non esaustiva, gli interventi/disposizioni/procedure volte a salvaguardare la sicurezza e la salute dei lavoratori:
• Il datore di lavoro ha l'obbligo di far realizzare l’allestimento a imprese qualificate e aventi i requisiti professionali previsti dalla legge
• Tutti i lavoratori devono essere adeguatamente informati, formati ed addestrati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività e di utilizzo delle attrezzature
• Gli impianti e i materiali usati devono essere muniti di certificazione di rispondenza alle normative in vigore
• Le costruzioni scenografiche e le apparecchiature tecniche dell’allestimento devono essere strutturalmente conformi alle norme antinfortunistiche
• Gli allestimenti scenografici e impiantistici devono prevedere la presenza di personale formato per l’antincendio
• Gli allestimenti scenografici devono essere saldamente fissati al palco per evitare cadute accidentali e devono essere calcolati e montati per resistere al vento spirante di 28 m/sec.
• A fine montaggio di strutture, impianti e scenografie e prima dell’afflusso del pubblico, dovranno essere presentate le documentazioni di legge relative alle omologazioni antincendio dei materiali utilizzati (si ricorda che al chiuso possono essere utilizzati materiali fino alla classe di reazione al fuoco 1 e all’aperto fino alla classe di reazione al fuoco 2) e dovranno essere rilasciate le dichiarazioni di corretto montaggio delle scenografie, delle strutture porta faro e la dichiarazione di conformità ai sensi del DM 37/08 (o alla regola d’arte) degli impianti
• Prestare la massima attenzione alle operazioni dei mezzi meccanici in movimento, di tenersi sempre a dovuta distanza di sicurezza nel momento in cui i carichi vengono sollevati e trasportati
• E’ vietato durante la permanenza in graticcia e sui ballatoi per la movimentazione delle scene portare appresso qualsiasi materiale e/o oggetto che può provocare il rischio di caduta del materiale dall’alto, con pericolo grave per gli operatori presenti in palcoscenico. Depositare tale materiale prima della rampa di accesso o utilizzare borsa tracolla.
• Non lasciare materiale/attrezzature in posizione di equilibrio instabile. Se ciò fosse indispensabile segnalare la presenza del pericolo ed interdire il passaggio a terzi.
• Prima dell’utilizzo verificare lo stato di conservazione e qualità di corde, catinelle e di tutto il materiale utilizzato per la costruzione degli stangoni per il sostegno di scenografia, impianti illuminotecnica ed amplificazione.
• I tiri manuali devono sollevare carichi adeguati al numero e tipologia delle funi utilizzate ed alle modalità di legatura e fissaggio dei carichi stessi (e portata per tiri motorizzati). E’ vietato giuntare spezzoni di funi. Verificare periodicamente le legature di sicurezza sul mantengo.
• Prestare la massima attenzione alle operazioni di montaggio della scenografia e dei materiali di illuminazione, che presentano per la loro conformazione e per il metodo di montaggio rischi specifici; in particolare, i lavoratori che compiono operazioni ad altezza superiore a mt 2.00 da terra, devono utilizzare cinture di sicurezza fissate ad adeguati ancoraggi
• Prestare la massima attenzione alla presenza di elementi che possono procurare ferite alle mani (creste della zincatura, chiodi, parti metalliche lacerate e distorte che possono pungere e tagliare, ecc.)
• Impartire agli addetti le necessarie informazioni per la corretta movimentazione di carichi pesanti o ingombranti
• Rispettare le istruzioni ricevute per un’esatta e corretta posizione da assumere nella movimentazione dei carichi
• Prima di movimentare a mano gli elementi valutare il loro peso e la loro dimensione ed individuare il modo più indicato per afferrarli, alzati e spostali senza affaticare la schiena
• Per carichi pesanti o ingombranti la massa va movimentata con l’intervento di più persone al fine di ripartire e diminuire lo sforzo
• Movimentare in salita sugli scivoli i materiali dotati di ruote spingendoli e non tirandoli, e di seguire sempre il percorso in discesa degli stessi camminando, senza mai tentare di contrapporsi alla discesa degli elementi particolarmente pesanti scivolando con i piedi uniti sul piano inclinato.
• Attuare gli interventi tecnici, organizzativi e procedurali concretamente attuabili al fine di ridurre al minimo i rischi derivanti dall'esposizione al rumore
• Utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuali previsti
• Verificare l'uso costante dei DPI da parte di tutto il personale operante

0 commenti