Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm


L’impiego principale è rivolto al servizio di accesso al tetto, o a un piano di sbarco ben definito.
ISTRUZIONI OPERATIVE 
• Verificare che la superficie di appoggio della struttura abbia sufficiente capacità portante ed eventualmente disporre le opportune tavole per la distribuzione dei carichi alla base.
• Predisporre a terra i correnti e le tavole per la distribuzione dei carichi.
• Posizionare le basette regolabili, comprensive di elementi di partenza, sulle tavole di distribuzione dei carichi.
• Collegare i correnti ai fori piccoli delle rosette degli elementi di partenza.
• Allineare la struttura alla facciata dell’opera servita e mettere in squadra il telaio di base del ponteggio utilizzando una livella.
•  Fissare i cunei alle rosette battendo sugli stessi con un martello metallico.
• La stabilità delle torri deve essere verificata per ogni specifico caso e, se necessario, la stabilità della torre può essere aumentata con un sistema di ancoraggio, con zavorre, con controventature o con l’allargamento della base di appoggio.
• Utilizzare i correnti rompitratta come protezione laterale del lato interno dell’impalcato di accesso al livello intermedio e agganciarli al corrente tubolare. Fissare il cuneo del rompitratta per evitare lo scorrimento dell’elemento.
• Le operazioni di montaggio e smontaggio devono essere eseguite necessariamente da due addetti che devono osservare quanto descritto nel presente manuale. Per configurazioni superiori a 2 metri gli operatori dovranno obbligatoriamente indossare tutti i dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) per i lavori in quota come imbragatura, fune anticaduta, caschetto, guanti, scarpe antinfortunistiche.
• Per considerare idoneo un terreno per posizionare bisogna verificare:
o compattezza del terreno; 
o pendenza; 
o assenza di ostacoli;
• Verificare che la struttura sia stata montata correttamente, cioè che sia verticale e non richieda un riposizionamento.
• Verificare che le condizioni ambientali non influiscano sulla sicurezza dell’utilizzo (pioggia, gelo, vento).
• Verificare che non sia vietato l’uso della torre scala dai regolamenti locali.
• La torre scala deve essere montata ed usata in assenza di vento.
• Non creare collegamenti precari tra la torre scala e strutture adiacenti.
• La torre se lasciata incustodita deve essere ancorata saldamente a una struttura fissa stabile.
• Alla sommità non devono essere aggiunte ulteriori strutture e non devono essere montate coperture di nessun tipo (teloni o simili).
• È vietato aumentare l’altezza di lavoro mediante l’uso di scale, casse o di altri dispositivi.
• È vietato accedere al piano di lavoro dall’esterno della torre; è peraltro obbligatorio accedervi solo dall’interno.
• Gli utensili e i materiali non devono essere portati al piano di lavoro tramite carrucole o altre simili strutture esterne fissate alla torre.
• I carichi leggeri dove non sia possibile il passaggio interno devono essere sollevati, mediante funi di opportune dimensioni, a mano rimanendo verticali alla torre scala nell’area occupata dalla base.
• Non superare mai il limite di peso del piano di lavoro.
• Non saltare sul piano di lavoro.
• È vietato creare ponti o passaggi precari tra il trabattello e qualsiasi altra struttura.
• Non avvicinarsi a linee elettriche in tensione, rimanere almeno ad una distanza di 5 metri.
• Non è consentito sollevare o sospendere la struttura; essa non è stato progettata ne per essere sollevata ne per essere sospesa. Ogni tentativo di sollevare la struttura assemblata è pertanto vietato.
• Dopo l’utilizzo è consigliabile procedere come segue: 
o Pulire gli elementi, eliminando eventuali incrostazioni di cemento, malta o vernici.
o Lubrificare viti di serraggio, spinotti e manicotti vari.
o Verificare lo stato dei componenti provvedendo a sostituirli se danneggiati, solo con parti originali dello stesso tipo rivolgendosi al rivenditore autorizzato. 
o Durante la movimentazione delle parti smontate avere cura di non danneggiarle.
o Non sottoporre in nessun caso gli elementi smontati a carichi che ne provochino la deformazione permanente.
o Evitare accatastamenti disordinati con diversi materiali.

0 commenti